MEET THE DOCS! La Q di Qomplotto alla terza giornata dedicata alle narrazioni tossiche

GLI EVENTI SPECIALI DI MEET THE DOCS! FILM FEST. Ogni anno Meet the Docs! Film Fest propone tre giorni di cinema documentario, riflessioni, incontri, formazione, workshop, musica, cibo e vino tra proiezioni, confronti, workshop, MasterClass, incontri speciali ma anche DjSet, luoghi recuperati. Quest’anni il festival si svolgerà a Forlì presso EXATR a ingresso gratuito, dal 14 al 17 ottobre 2021.
Il primo evento speciale, in programma sabato 16 ottobre 2021 alle ore 15:30, sarà con Wu Ming 1, membro del collettivo di narratori Wu Ming che, partendo dal suo ultimo oggetto narrativo La Q di Qomplotto, racconterà come le fantasie di complotto difendano il sistema, invece di rappresentare una critica incisiva al potere.

Wu Ming è un collettivo di scrittori nato nel 2000. La Wu Ming Foundation,è invece una libera federazione di collettivi, gruppi d’inchiesta, laboratori, progetti artistici, culturali e politici. Sono gli autori di Q, 54, Manituana, Altai e altri romanzi storici, forma d’espressione che hanno praticato per molti anni, fino a decidere di passare oltre per usare la storia in altri modi. L’ultimo romanzo storico della sequenza avviata negli anni ’90 è stato L’Armata dei Sonnambuli (2014), che già annunciava cambiamenti.  In varie fasi della sua storia, la band ha contato quattro, cinque e di nuovo quattro membri. Dal 2015 sono un trio, mentre come solisti si firmamo «Wu Ming 1», «Wu Ming 2» e «Wu Ming 4», in progressione geometrica. La numerazione segue l’ordine alfabetico dei cognomi: (Roberto) Bui, (Giovanni) Cattabriga e (Federico) Guglielmi. (www.wumingfoundation.com)

 

La storia e le sue narrazioni tossiche è il tema di sabato 16 ottobre 2021.

Con La Q di Qomplotto, come le fantasie di complotto difendono il sistema  ci mette in guardia sui racconti di alcuni cosidetti giornalisti d’inchiesta o presunti tali che danno voce alla proprie fantasie estrapolando prove di complotto invece di rappresentare una ricerca strutturata e fondata su metodi scientifici in modo da diffondere informazioni verificate tali da divenire una importante e decisiva critica alle maglie piu’ oscure del potere.

Di fatto queste teorie farcite spesso da diversi stili di retorica, dalla piu’ efficace del giornalista che ama le citazioni alla più becera azione bestiale che propaganda storie del tutto inventate con una diffusione capillare e commerciale sui canali social che sono oramai divenuti una fonte per molti cittadini. Il risultato a cui giungono questi divulgatori alternativi è quello di difendere e rafforzare il sistema che criticano spesso ad arte e con volontà di mantenere quei privilegi che possiedono dietro la coltre di fumo di dubbi misti a rivelazioni eseguite quasi sempre con una retorica che altalena toini e frasi incisive che tracciano un solco sottile tra la bufala e la rivelazione.  Sboccianoin rete per questo motivo interviste, libri, video con le più disparate teorie quasi tutte tendentio a farci credere ad un emminente maggiore tragedia, condite senza ritegno da informazioni marce relegate a ruolo di rivelazione. Ed è cosi’ che ci si arrotonda lo stipendio , a volte con picchi di incassi eccezionali diffondendo a pagamento libri e racconti di cio che “non ci dicono”…

Alle ore 14.00 la giornata si apre con una retrospettiva dedicata a Vittorio de Seta, maestro del cinema del reale italiano: tra il 1954 e il 1959 ha girato alcuni tra i documentari più importanti della storia del cinema, oggi restaurati dalla Cineteca di Bologna e raccolti in “Il mondo perduto”, una testimonianza irripetibile e autentica di una realtà che oggi non esiste più. A introdurre la visione ci saranno il documentarista e docente universitario Matteo Lolletti e il regista Fabio Bianchini Pepegna, collaboratore del Maestro De Seta.

“In campo nemico” la storia di SupportoLegale in un documentario. 20 anni di impegno politico processuale e solidale.

La giornata prosegue in collaborazione con OpenDDB e alle ore 18.00 con la proiezione di “In campo nemicodi Fabio Bianchini Pepegna presentato dallo stesso regista e da Marina Pagliuzza, attivista di SupportoLegale. Si parlerà di Genova 2001 con questo documentario che racconta proprio l’esperienza di SupportoLegale, uno dei principali attori nella complicata storia dei processi relativi al G8.

In campo nemico Storia e narrazioni tossiche: SINOSSI. A distanza di 3 anni dai giorni del G8 di Genova Indymedia, network di informazione indipendente internazionale, riceve una drammatica richiesta di aiuto: 25 manifestanti sono accusati di devastazione e saccheggio e rischiano molti anni di carcere. Nasce così SupportoLegale che in poche settimane diventerà uno dei principali attori nella complicata storia dei processi relativi al G8.

SupportoLegale nasce come progetto nel 2004 per sostenere la difesa di tutti gli imputati dei processi genovesi ai manifestanti e per aiutare la segreteria legale del Genoa Legal Forum nella gestione dell’enorme mole di materiale documentale legata ai processi relativi ai fatti del luglio 2001 in occasione delle mobilitazioni contro il G8 di Genova.

La terza giornata si chiude alle ore 21.00 con “The Monopoly of Violence” di David Dufresne, dedicato alla repressione della rabbia sociale in Francia, in occasione delle proteste dei gilet gialli. Gli ospiti del dibattito — Piero Purich, storico ed esperto in narrazioni tossiche, e il giornalista Filippo Ortona — proveranno ad aprire una riflessione sulla rappresentazione del conflitto e sulla controversa identità degli attori sociali francesi.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA QUINTA EDIZIONE DI MEET THE DOCS! FILM FEST

L’anteprima dedicata al teatro contemporaneo – Mercoledì 13 ottobre 2021

Meet The Docs! Film Fest inizia con l’anteprima del 13 ottobre 2021 — dedicata ad arte e contaminazione culturali. Alle ore 21.00 saranno presentati due documentari dedicati a due delle più importanti figure del teatro contemporaneoPaola Bianchi e Massimiliano Civica. I due performer dopo la proiezione dialogheranno con Claudio Angelini, il direttore artistico di Città di Ebla. Un’occasione per indagare la relazione tra due discipline diverse, uscendo dagli schemi classici del “teatro filmato” e simultaneamente provando a frequentare la possibilità, per il teatro contemporaneo, di utilizzare il documentario come un elemento in grado di completare una performance o di rappresentare gli esiti e le pulsioni di una poetica.

La prima giornata dedicata all’attualità e al conflitto sociale – Giovedì 14 ottobre 2021

Giovedì 14 ottobre 2021 è il giorno dedicato all’attualità e al conflitto sociale.

Alle ore 18.00 sarà presentato, in collaborazione con Open DDB, “Soggetti pericolosi” di Valentina Salvi e Stefania Pusateri, un documentario che racconta la storia di cinque internazionalisti italiani che hanno deciso di sostenere la rivoluzione del Rojava, e che una volta tornati in Italia sono stati accusati dalla procura di Torino di essere soggetti “socialmente pericolosi”. A parlare di questi temi saranno la regista Stefania Pusateri e Davide Grasso, docente all’International University College di Torino.

Alle ore 21.00 ci sarà la proiezione – dal ciclo Mondovisioni di Internazionale – di “The Neutral Ground” di CJ Hunt. Il documentario racconta il confronto tra suprematisti bianchi e Black Lives Matter e rappresenta una toccante esplorazione del razzismo negli Stati Uniti oggi. Ospiti della serata Raffaella Baccolini, professoressa di Letteratura Inglese e Studi interculturali di genere dell’Università di Bologna, e Angelica Pesarini, Assistant Professor in Race & Cultural Studies/Race & Diaspora and Italian Studies all’Università di Toronto.

La seconda giornata dedicata al Covid e alla pandemia – Venerdì 15 ottobre 2021

Venerdì 15 ottobre 2021 a Meet The Docs! Film Fest si parlerà di Covid e di gestione della pandemia.

Alle 18.00 è programmata la proiezione di “Io resto” di Michele Aiello, un documentario girato a Brescia nel marzo del 2020, e che primo fra tutti ha avuto accesso ai reparti dell’ospedale pubblico di una delle città che stava drammaticamente soffrendo il primo picco pandemico. Il documentario, novità di questa edizione, sarà audiodescritto in diretta e sarà quindi accessibile alle persone con disabilità visive. Dopo la proiezione con Francesco Campione, professore di Psicologia delle Situazioni di Crisi dell’Università di Bologna, e con Flavia Benazzi, infermiera Case Manager U.O. Pneumologia Forlì, si approfondiranno le dinamiche del trauma e della sua rielaborazione.

Alle ore 21.00, in collaborazione con Mondovisioni di Internazionale, sarà invece il momento di “Sieged: The Press vs. Denialism” di Caio Cavechini: un documentario che racconta del Brasile e dei suoi oltre 500.000 morti di Covid, con il Presidente Bolsonaro che diffonde disinformazione, mentre i giornalisti brasiliani cercano di raccontare gli effetti della pandemia e le turbolenze politiche del paese. A parlare di gestione della pandemia, di controllo sociale e di rappresentazione mediatica dell’emergenza ci sarà Andrea Miconi, professore di Sociologia dei Media alla IULM Milano e autore di “Epidemia e controllo sociale”.

La terza giornata dedicata alle narrazioni tossiche – Sabato 16 ottobre 2021

La storia e le sue narrazioni tossiche è il tema di sabato 16 ottobre 2021. Si parte alle ore 14.00 con una retrospettiva dedicata a Vittorio de Seta, maestro del cinema del reale italiano: tra il 1954 e il 1959 gira alcuni tra i documentari più importanti della storia del cinema, oggi restaurati dalla Cineteca di Bologna e raccolti in “Il mondo perduto”, una testimonianza irripetibile e autentica di una realtà che oggi non esiste più. A introdurre la visione ci saranno il documentarista e docente universitario Matteo Lolletti e il regista Fabio Bianchini Pepegna, collaboratore del Maestro De Seta.

Alle ore 18.00, in collaborazione con OpenDDB, si parla di Genova 2001 con la proiezione di “In campo nemico” di Fabio Bianchini Pepegna, un documentario che racconta l’esperienza di SupportoLegale, uno dei principali attori nella complicata storia dei processi relativi al G8. A presentarlo saranno il regista e Marina Pagliuzza, attivista di SupportoLegale.

La terza giornata si chiude alle ore 21.00 con “The Monopoly of Violence” di David Dufresne, dedicato alla repressione della rabbia sociale in Francia, in occasione delle proteste dei gilet gialli. Gli ospiti del dibattito — Piero Purich, storico ed esperto in narrazioni tossiche, e il giornalista Filippo Ortona — proveranno ad aprire una riflessione sulla rappresentazione del conflitto e sulla controversa identità degli attori sociali francesi.

Ultima giornata dedicata alle questioni di genere – Domenica 17 ottobre 2021

Meet the Docs! Film Fest chiude domenica 17 ottobre 2021 con una giornata dedicata alle questioni di genere, attraverso tre film diversi e tra loro connessi.

Alle ore 15.30 con “Tuttinsieme” di Marco Simon Puccioni, presente alla proiezione, il pubblico assisterà al dialogo intimo tra due padri che ripercorrono gli ultimi quattro anni della crescita dei loro gemelli. A discutere insieme al regista ci sarà Massimo Prearo, responsabile scientifico del Centro di ricerca PoliTeSse / Politiche e Teorie della Sessualità dell’Università di Verona.

Writing with Fire”, in collaborazione con Mondovisioni di Internazionale, di Rintu Thomas e Sushmit Ghosh sarà proiettato alle ore 18.00: il documentario racconta la storia di Dalit, l’unica testata giornalistica dell’India gestita da donne, un esempio di emancipazione femminile. A parlarne ci saranno Matteo Miavaldi, corrispondente dall’India per il quotidiano Il Manifesto, e Maria Tavernini, giornalista freelance e collaboratrice di Osservatorio Diritti.

L’ultima proiezione in programma alle ore 21.00 è quella di un documentario-evento: “Welcome to Chechnya” di David France. Girato in DeepFake (le persone hanno prestato i loro volti per “coprire” quelli dei protagonisti), il film racconta la persecuzione contro la comunità LGBTQIA+ nella Repubblica Russa di Cecenia. Ad approfondire i temi ci saranno Francesca Mazzotti, portavoce Amnesty Emilia-Romagna e Yuri Guaiana, responsabile delle campagne senior di All Out.

I WORKSHOP E LE MASTERCLASS DI MEET THE DOCS! FILM FEST

Meet the Docs! Film Fest sviluppa la sua identità e la sua proposta anche attraverso workshop, MasterClass, incontri ed eventi speciali: esplorazioni e scambi con altre discipline che trovano il proprio baricentro nella relazione e nel dialogo, diretto o indiretto, con il reale e con la sua rappresentazione.

Il workshop residenziale del 2021, gestito da Giulio Sangiorgio, direttore di FilmTv e saggista, è dedicato al racconto di un festival: come si comunica, a livello critico e giornalistico, un festival cinematografico? Giulio Sangiorgio guiderà, da giovedì 14 a domenica 17 ottobre 2021, il gruppo di corsisti/redattori nella copertura giornaliera (attraverso un daily online) del festival, approfondendo tramite esercitazioni sul campo i generi della scrittura giornalistica.

Altra novità del 2021 è l’apertura del festival a un dialogo più stretto con i bambini, per avvicinare le generazioni giovanissime a una disciplina culturale e artistica sempre più rilevante nella contemporaneità. Rita Bertoncini – socia fondatrice di Aidél – accompagnerà i più piccoli, sabato 16 ottobre 2021 alle ore 14.30, alla scoperta del mokumentary (il falso documentario), prodotto della fantasia che genera l’illusione di trovarsi di fronte a un evento realmente accaduto.

Le MasterClass di questa edizione saranno interamente tenute da Lorenzo Hendel, documentarista ed ex responsabile editoriale di “Doc3”, lo storico spazio di Rai Tre dedicato al cinema documentario, per il quale ha selezionato i prodotti e seguito gli autori nella fase realizzativa dei progetti. A Meet the Docs! Film Fest parlerà, venerdì 15 ottobre 2021, di drammaturgia del cinema documentario alle ore 10.00, e alle ore 14.00 offrirà una visita guidata al documentario contemporaneo.

GLI EVENTI SPECIALI DI MEET THE DOCS! FILM FEST

Il primo evento speciale, in programma sabato 16 ottobre 2021 alle ore 15.30, sarà con Wu Ming 1, membro del collettivo di narratori Wu Ming che partendo dal suo ultimo oggetto narrativo La Q di Qomplotto, racconterà come le fantasie di complotto difendano il sistema, invece di rappresentare una critica incisiva al potere.

Il secondo incontro speciale di domenica 17 ottobre 2021 alle ore 11.00 vedrà protagonista Piero Purich, storico e musicista, autore di diversi saggi, che parlerà di come riconoscere e smontare le fake news storiche. Tra gli eventi speciali anche il DjSet di sabato 16 ottobre 2021 alle ore 23.00 con ToffoloMuzik Dj (Alessandro Toffolo) che presenterà “Dietro le rotte”.

Quest’anno il festival avrà un focus specifico sull’accessibilità culturaleMeet the Docs! Film Fest organizza, sabato 16 ottobre 2021 alle ore 10.00, un panel in cui si discuterà di cinema inclusivo. La nuova legge Cinema richiede ai produttori di realizzare audiodescrizione e sottotitolaggio per non udenti di tutti i film, ma questo patrimonio non viene ancora valorizzato per costruire una cultura realmente accessibile. Associazioni ed esperti del settore condivideranno le proprie esperienze, idee e prospettive su un diritto che troppo spesso resta relegato alla normativa, senza riuscire a cambiare la quotidianità delle persone e a rendere il diritto alla cultura una realtà concreta. Parteciperanno: Fabio Strada, Presidente sezione territoriale UICI APS di Forlì-Cesena (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti); Lucia Brasini, Vicepresidente nazionale FIADDA APS (Federazione Italiana per i Diritti delle Persone sorde e Famiglie); Valeria Illuminati, Centro Diego Fabbri (Forlì); Piero Clemente, Raggio Verde (Roma); Marta Bressello, Forword (Torino); Massimiliano Giometti, direttore commerciale Giometti Cinema; Marianna Panebarco, produttrice e membro del Consiglio di CNA Cinema e Audiovisivo.

Il panel è realizzato in collaborazione con Martina Tormena, Federica Biscaro, Centro Diego Fabbri, UICI, FIADDA APS, CNA Cinema e Audiovisivo Emilia-Romagna, Zalab.

L’evento sarà accessibile tramite respeaking live, grazie alla collaborazione con FIADDA e al progetto ACCESs, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Sarà inoltre proiettato un estratto audiodescritto del film documentario “Un giorno la notte” di Michele Aiello e Michele Cattani e del film muto “Luci della Città” di Charlie Chaplin.

LE DEGUSTAZIONI A MEET THE DOCS! FILM FEST

Ogni giorno dalle ore 17.00 sarà possibile gustare i vini speciali del FurgonVino – l’enoteca a quattro ruote, selezionati dal gastronomo e docente universitario Paolo Tegoni. Inoltre, dal venerdì alla domenica alle ore 19.00, sono previste degustazioni di vini provenienti da territori europei esclusivi e inusuali: Repubblica Ceca, Ungheria, Grecia. Ogni incontro prevede l’approfondimento e la degustazione di tre etichette abbinate ad un assaggio gastronomico. Il costo per partecipare alle degustazioni è di 15 euro.

Tutti i giorni dalle 17.30 alle 23.00, inoltre, sarà possibile visitare il centro visite di IN LOCO, museo diffuso che racconta il territorio romagnolo rendendo visibili quei luoghi privati e pubblici accomunati dallo stato di abbandono, valorizzando un patrimonio ai margini e che rischia di essere dimenticato. A cura di Spazi Indecisi.

Il Festival si svolgerà in uno dei luoghi culturalmente più significativi di Forlì, quell’EXATR, vecchio deposito delle corriere, che in questi anni si è qualificato come un riuscito esempio di rigenerazione urbana operata in una zona complessa della città, arrivando a dialogare direttamente con Forlì e i suoi abitanti attraverso le tante azioni culturali che lo attraversano.

INFORMAZIONI UTILI

Meet the Docs! Film Fest – quinta edizione
Dal 14 al 17 ottobre 2021

Teatro Tenda EX ATR
Via Ugo Bassi 16,
Forlì (FC)

INGRESSO GRATUITO – ad esclusione delle prenotazioni
OBBLIGATORIO GREEN PASS
PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE per il workshop di Giulio Sangiorgio, le degustazioni e il workshop per i bambini Kids!Lab


Redazione IndyWrep, libera l'informazione

Quello che gli altri non dicono, quello che gli altri non raccontano. Liberiamo l'informazione. Sostieni anche tu la libertà d'infomazione. IndyWrep è parte di WREP.EU Registro europeo Web Reporter, tutelato con blockchain

Redazione IndyWrep, libera l'informazione

Quello che gli altri non dicono, quello che gli altri non raccontano. Liberiamo l'informazione. Sostieni anche tu la libertà d'infomazione. IndyWrep è parte di WREP.EU Registro europeo Web Reporter, tutelato con blockchain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sostieni la libertà di informazione, sostieni le nostre inchieste: sostieni Indygraf, quello che gli altri non raccontano!

Il nostro lavoro è del tutto volontario e associativo.
Ci siamo uniti al Registro Europeo dei Web Reporter WERP.EU, anch’esso senza scopo di lucro, e siamo in collegamento con altri comunicatori e reporter indipendenti.

DONA ORA
CON IBAN BONIFICO BANCARIO
oppure
PAYPAL


Dona adesso, dona spesso, non rimarrai “al buio” e te ne saremo grati.

IndyWREP EU Web Reporters indygraf

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorno alla libreria